Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

182 views

SINDACO BONFANTI, DUE COSE UTILI PER LA CITTA’

A nord della Riserva di Vendicari, di seguito alla spiaggia del Tellaro, c’è un chilometro di costa di commovente bellezza e di grande interesse naturalistico ed archeologico. In una fascia di 36 ettari si susseguono la cittadella greca di Eloro, la dorata spiaggia di Eloro-Pizzuta (per gli antichi elorini sacra a Demetra e Kore), la via Elorina che collegava la cittadella a Siracusa, un canneto, le latomie, bellissime dune e una notevole estensione di macchia mediterranea.

La zona è protetta dal vincolo archeologico, dal vincolo forestale e inclusa nella zona (rossa) di massima protezione del piano paesaggistico.

Nonostante i tanti vincoli e la vigilanza dei cittadini e di varie associazioni l’area di Eloro è stata terra di nessuno: tentativi di costruzioni abusive, furto di reperti archeologici, incendi dolosi della macchia mediterranea, richieste per stabilimenti balneari e villaggi turistici, cumuli di spazzatura e di inerti nelle latomie, le dune solcate da fuoristrada, squad ed enduro.

Alla fine della precedente consiliatura, dopo strenue difese di quella zona da tentativi di aggressione, è stata approvata con voto unanime, su sollecitazione di ben 2047 firme raccolte in soli due giorni dalle associazioni ambientaliste, una mozione volta ad impegnare l’amministrazione per tutti gli atti necessari per estendere la riserva di Vendicari fino a comprendere anche la zona Eloro-Pizzuta.

Voto unanime del Consiglio Comunale e parere “ampiamente favorevole” della Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Siracusa, “in considerazione dei rilevantissimi valori archeologici, naturalistici e paesaggistici dell’area”.

Nulla da allora (era il 5 Maggio 2015) è stato fatto.

Oggi le emergenze di allora non sono venute meno.

Oggi, come allora, è necessario che la città di Noto assuma ogni necessario atto che mostri coerenza al valore ed al significato che intende dare al proprio territorio, per la sua tutela, per la sua valorizzazione, volano dello sviluppo economico e turistico fondato non solo sulle sue ricchezze architettoniche ma anche sulla inestimabile bellezza del suo ambiente naturale.

Si recuperi il ritardo accumulato e si dia avvio alla procedura necessaria per estendere la Riserva di Vendicari fino a comprendere la zona di Eloro-Pizzuta, presentando una puntuale proposta al Consiglio Regionale per la Protezione della Natura, organo competente secondo la L.R. 98/81.

Nello stesso tempo appare urgentissimo provvedere per l’approvazione del piano di utilizzo della fascia di preriserva di Vendicari.

Tarda da oramai  circa 40 anni.

Senza di esso, soprattutto per la fascia B2 della preriserva, non sarà possibile pianificare e consentire alcuna “attività ricreativa, turistica o sportiva”, in una parola alcuna attività economica.

Neppure la previsione di un parcheggio.

Quanto sia necessario ce ne siamo resi conto, se ce n’era bisogno, in questi ultimi anni dopo il sequestro giudiziario dell’unico parcheggio esistente, e con conseguente caos, tensioni, e disagi per il turista. Il paradosso, tutto siciliano purtroppo, è che l’art. 5 del Regolamento di attuazione del decreto istitutivo della Riserva di Vendicari, del 1987, disponeva che “l’ente gestore predisporrà, al più presto, un progetto di parcheggio ubicato nell’area di protezione della pre-riserva, in luogo tale da consentire un agevole accesso pedonale alla riserva”.

Alla negligenza dell’ente gestore (l’Azienda Foreste Demaniali), si aggiunge quella del Comune di Noto, chiamato dallo stesso Regolamento (art. 6) a presentare il piano di utilizza della pre-riserva.

Lo stereotipo di una Sicilia ricca di bellezze abbandonate a se stesse e non valorizzate è, purtroppo, calzante anche per Noto.

Diamo un segnale contrario. Con sensibilità e impegno diuturno sapendo che sensibilità e impegno diuturno di qualche associazione ambientalista salvò 40 anni fa Vendicari dal cemento, creando i presupposti per la creazione di uno dei poli più attrattivi del nostro territorio.

MOVIMENTO PASSIONE CIVILE – NOTO


Questo articolo è stato visualizzato 188 volte

3 Responses to SINDACO BONFANTI, DUE COSE UTILI PER LA CITTA’

  1. avatar

    Corrado Bonfanti Rispondi

    20 giugno 2017 at 10:57

    Preciso che quanto di competenza dell’Amministrazione comunale è stato fatto come riportato nel testo dell’articolo. Allo stesso tempo i progettisti del PRG stanno già lavorando al piano della gestione della pre-riserva dopo avere sciolto il legame con i precedenti progettisti. Sarebbe ora che il pressing sia rivolto verso quelle istituzioni che, a differenza del nostro Ente, sono riamaste ferme al passo. Cari saluti.

    • avatar

      admin Rispondi

      24 giugno 2017 at 12:11

      Gentile Sindaco,
      ci preme innanzitutto dichiarare, per sgombrare il campo da qualsiasi fraintendimento, l’assoluta mancanza di intenzioni polemiche o di strumentalizzazione politica, di cui per natura siamo scevri, da parte del Movimento Passione Civile.
      Nel comunicato, che abbiamo dato alla stampa, si è voluto riprendere, in assenza di un minimo cenno alla cittadinanza di qualsivoglia attività in merito all’iter amministrativo susseguente al volere enunciato all’unanimità dalla massima assise comunale del 2015 – a cui peraltro – anche questa notazione senza alcuna interpretazione polemica – non siamo abituati date le spiccate capacità comunicative dimostrate nel tempo della Sua Amministrazione, un argomento che riteniamo importantissimo per lo sviluppo socio – economico della città.
      Detto ciò ci rallegriamo che abbia avuto la sensibilità di averci fatto conoscere, attraverso le pagine di questo blog, che la sua Amministrazione ha espletato tutti i passaggi tecnici-burocratici di compentenza.
      Conveniamo con Lei sulla nostra intenzione propositiva e collaborativa poichè l’allargamento della Riserva di vendicari e il susseguente piano di Gestione erano punti qualificanti del programma elettorale con cui il Movimento Passione Civile si era presentato all’ultima competizione elettorale per il governo della città.
      Pertanto, per renderci parte attiva e propositiva e di pressione nei confronti di altri Enti, che alla luce del tempo trascorso si stanno dimostrando completamente insipienti all’attuazione di quanto proposto dalla sua Amministrazione e voluto fortemente dalla cittadinanza netina, Le chiediamo di farci conoscere i riferimenti, protocollo, data e atti, e gruppo e funzionari che si stanno occupando di seguire tale vicenda presso gli Enti regionali.
      Poichè non sappiamo se leggerà questo nostra richiesta, Le comunichiamo che tale testo è stato inviato anche per email all’indirizzo istituzionale sindaco@comune.noto.sr.it.
      Augurandole Buon Lavoro
      Carmelo Filingeri – Movimento Passione Civile

  2. avatar

    Aldo Tiralongo Rispondi

    20 giugno 2017 at 14:23

    Quindi, Sindaco, Lei sta affermando che la proposta di estensione della Riserva di Vendicari è stata formalizzata ed inviata alla Regione, come già avrebbe dovuto fare due anni fa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *