Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

458 views

SCALDARE LE SEDIE E’ INQUALIFICABILE E NON POSSIAMO SEDERCI AL TAVOLO CON CHI HA CONTENZIOSI CON IL COMUNE

ASSALTOStamattina all’ora del caffè verso le 6 ho dato un occhiata ai quotidiani e leggevo “Uniti per la Città “ rivolti al Sindaco – collaboriamo –

Ieri sera invece un mio amico mi riferiva che le dichiarazioni pubbliche di Uniti per la Città nella lettera aperta al Sindaco per altri non era che un attacco allo stesso.

Sarà che non sono un politico o forse riesco a capire solo la vecchia politica avendo un passato nel Partito Socialista di Bettino Craxi, LA NUOVA POLITICA AFFERMA RENZI DEL PD SI VEDE DAI FATTI

Oggi non si può dare retta agli sciocchi che non hanno capito che il tempo delle vacche grasse è finito, come il tempo dei raccomandati politici degli LSU o del sindacato che ti dava il posto di lavoro senza passare dai concorsi pubblici.

Il risultato della formazione in Sicilia che fa, porta in Carcere un deputato del PD Oggi a Noto solo degli idioti possono scambiare una lettera aperta circostanziata e puntuale per un mero attacco al Sindaco, o per trovare pertugi.

Qui si parla dei fatti e di un invito al Sindaco di liberarsi dalle pastoie dei partiti che nascondono la loro miseria e pochezza facendosi forti di numeri che la città non ha dato.

Si chiede coerenza nell’azione amministrativa e mettere alla porta gente che non produce perché non è capace, sono solo tromboni sfiatati.

Un sussulto di dignità dovrebbe far riflettere stante che gli assessori hanno un costo e tale rimane per la collettività se non produce risultati.

E’ un pizzo da pagare alla vecchia politica, quella dei partiti che piazzano i loro uomini solo per dare un appannaggio di cui l’Italia è strapiena.

Si possono invocare tutte le riunioni di maggioranza, ma quale maggioranza si deve sedere attorno,  Quella per fare le cose o quella per spartire cose e poltrone ?

Chi si può sedere attorno al tavolo, la questione morale è una parola grossa ma va tenuta in considerazione ,non si ha interesse a far parte di una maggioranza a tutti i costi, non possiamo sederci allo stesso tavolo con chi ha contenziosi piccoli o grandi con il Comune di Noto, almeno su questo i moralisti saranno d’accordo.

Patti federativi o meno ognuno guardi dentro casa sua,c’è chi ha fatto e chi invece pur finendo sulle cronache minimizza facendo finta di niente.

Non si ha la pretesa di esserci a tutti i costi, per fortuna o per abilità un mestiere lo abbiamo che ci consente di essere liberi nelle scelte privilegio di cui tanti altri ciarlatani non godono.

Siamo contro fannulloni e inetti della politica se è una colpa la si accetta ben volentieri.

Se chi fa politica lo fa solo per l’assalto alla diligenza e per occupare posti di potere per scaldare la sedia dire inqualificabile è forse poco.

Daniele Manfredi


Questo articolo è stato visualizzato 242 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *