Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

398 views

L’OMBELICO DEL MONDO – 8 PUNTATA – “L’OPPOSIZIONE AL CIRCOLO DELLE TRE D”

Al circolo delle Tre D: “Diritti, Doveri e Dignità”, noto covo di oppositori locali e antigovernativi di Santa Caterina, seduto a un tavolino d’angolo, mentre fumava la pipa, il professore Daniel Esperancia, era intento a leggere “E1 Mosquito”, periodico di cui era il proprietario e direttore . . . era in attesa di Leo Recoba, “e1 doctor” . . . soprannominato, dopo le ultime elezioni, “e1 derrota” (lo sconfitto), il quale, telefonicamente, gli aveva richiesto un appuntamento al circolo per le 17.00.

Pepito, l’unico cameriere del circolo, gli portò una granita al caffè con panna, specialità locale, conosciuta e apprezzata in tutta l’isola, avanzando lentamente sui piedi piatti . . . per anni i soci del Circolo avevano dissertato animatamente sul quesito . . . “Pepito ha i piedi piatti a causa del suo lavoro di cameriere o l’avevano assunto, come cameriere, perché aveva già i piedi piatti?” . . .

Il dilemma ogni tanto riesplodeva con rinnovato vigore e animate discussioni.

Daniel gustò con soddisfazione un paio di cucchiaiate del dolce nettare, di cui era particolarmente goloso e che gli arrecava sollievo alla sua gola riarsa da fumatore.

Esperancia, da quasi vent’anni, era il direttore de “E1 Mosquito” giornale considerato, decisamente, d’opposizione: sia contro il Governo centrale, sia contro l’Amministrazione locale e sia contro qualsiasi forma di potere dittatoriale . . . gestiva il “periodico” assieme alla moglie Alexandra ed a tre collaboratori “tuttofare”, ereditati insieme all’azienda, fondata dal padre Tomaso, il quale era stato ritrovato morto in una scarpata a seguito di una misteriosa caduta da un dirupo a Tierra de Agua . . . non era mai stato accertato il perché Tomaso Esperancia si trovasse in quel luogo abbandonato . . . di notte . . . così lontano da casa . . . i più propendevano che vi fosse stato portato con la forza e poi gettato nel baratro . . . la Polizia aveva archiviato il caso per mancanza di prove . . . valutando le voci di omicidio che circolavano, come inattendibili e non verificabili . . . pure invenzioni del popolino!

Daniel era un bell’uomo, alto quasi un metro e novanta, occhi neri, vivacissimi, capelli color ebano, con qualche filo di grigio e folti baffi . . . aveva da poco compiuto 45 anni, molto imponente coi suoi 95 chili . . . aveva conseguito una laurea in storia della letteratura spagnola e sudamericana . . . in passato, avrebbe desiderato insegnare, ma il destino aveva deciso differentemente . . . e ora, con qualche rimpianto, ma anche con qualche soddisfazione, era una fastidiosa spina nel fianco dei mediocri politici locali.

Nella sala entrò Evarco Espinosa, quarantenne col passo elastico dello sportivo . .. emanava, col suo viso pulito e la sua semplicità, una forte carica di simpatia . . . era stato compagno di studi al Liceo di Waldo Apollodoro e suo accanito avversario nei tornei tennistici, ai quali ambedue partecipavano, e, nell’ultimo anno, anche avversario politico, essendo il leader del movimento d’opinione “Banana por todos” . . . appena individuato Daniel, si avvicinò al tavolo, salutandolo affettuosamente, poi si sedette e iniziò a parlare a bassa voce.

Neppure il tempo di ordinare qualcosa da bere che entrò il dott. Leo Recoba, puntualissimo come sempre, accompagnato dal giovane Margherito Todobien, altro candidato sconfitto alle ultime elezioni, uomo di punta di “11 Rinnovamento di Manzanilla”, coalizione politica che riuniva persone che per anni avevano militato in tutti i partiti dell’opposizione . . . appena avvistato Esperancia, il dott. Leo, seguito come un’ombra da Margherito, si diresse al tavolo, recuperando la sedia mancante ed iniziando una discussione che dalla gestualità sembrava essere piuttosto animata, ma da toni tenuti bassissimi . .. i numerosi soci che si trovavano nella sala tendevano le orecchie, colmi di curiosità, senza però riuscire a captare nulla.

Ma noi, curiosi come siamo, potevamo non partecipare alla riunione!?

. . Leo, solo tu me lo puoi spiegare . .. stava domandando Daniel e i suoi occhi emanavano bagliori come braci ardenti – . . . al primo turno hai avuto 8416 voti contro i 7342 di Waldo e i 3737 di Francisco Impedido . . . e, secondo le previsioni generali, il ballottaggio, era tutto a tuo favore. . . . per Waldo non sembrava esserci scampo! . . .e invece . . . – scuote la testa e ingoia una cucchiaiata di granita.

. . . Sì, hai ragione, ma . . . come ben sai, Daniel .. . Impedido, all’ultimo momento, si è rimangiato l’accordo! . . . 9 ,. . . Non raccontarmi cazzate, Leo! . . . alzando la voce . . . al secondo turno hai preso 7713 voti contro i 9112 di Waldo Hai perso 700 voti che al primo turno erano stati a tuo favore e . . . e che sono passati a Waldo . . . perche? . . . – pausa io ti domando ancora: perché? . . . e che fine hanno fatto i voti degli uomini del sindacato “Machete”(sindacato tagliatori canna da zucchero) . . . che fine hanno fatto? . . . Io, te lo avevo detto: Leo non trascurarli! . . . non puoi permetterti di perderli!

Non potevo fare diversamente, Daniel . . . ma TU sai cosa pretendevano in cambio?

. . . lo sai? . . . sì o no?

Cazzo, Leo! Volevano solo, che tu non creassi un nuovo assessorato per i rapporti con la Chiesa o almeno volevano decidere loro a “CHI” dovesse andare l’incarico. Io capisco la tua estrazione cattolica . . . anche il fatto che hai studiato dai Gesuiti . . . i tuoi ottimi rapporti con Monsignore . . . il tuo orgoglio . . . ma hai perso almeno 900 voti, perché quelli del “Machete”. . . fregandosene degli ordini di scuderia di Impedido . . . ti hanno voltato le spalle . . . e pensare che volevano solo un piccolo posto a tavola! . . . e ora ai rapporti con la Chiesa abbiamo Cerdo! . . . ma ti rendi conto!? CERDO, il cinghiale ! ! ! . . . ed i Tiburon, i Monedero . . . i Chupasangre che governeranno per altri cinque anni a Santa Caterina e si . . . spartiranno le torte con i Cuchacas, i Calzador, i Parranda . . . e ciliegina sulla torta: a capo della polizia Attila MANGANELLO!

Recoba aveva ascoltato l’ultima sfuriata in silenzio, a capo basso, solo Margherito Todobien, ingenuamente, tentò una reazione:

. . . Ed io, cosa dovrei dire? . . . che per pochi voti non sono entrato nel Consejo de , la Comunidad . . .”

Daniel Esperancia spostò l’attenzione su Margherito e per un istante ebbe la tentazione di strangolarlo sul posto: Ma lo senti, Leo pochi voti! in tutto ha preso 248 voti …. l’ultimo che è entrato in Consejo ne ha ricevuto 491 . . . DEFICIENTE! . . . li chiama pochi voti . . . LEO! . . . questo baldo giovane non è forse uno dei virgulti che avevi fatto entrare, in passato, nella tua squadra per erudirlo alla tua “Scuola di politica”?

Recoba non sapendo più dove nascondersi, preferì il silenzio.

. . . Pochi voti . .. continuò implacabile Daniel . . . e inoltre ti sei messo a scimmiottare Waldo . . . ti sei fatto anche tu, i “colpi di sole” alla chioma! . . . misericordia! . . . i colpi di sole” . . . io ti avrei dato ben altri colpi in testa . . . e mi facevi pure le citazioni in francese . . . “‘sto deficiente” . . . parli a fatica lo spagnolo . . . il “francese”, nientemeno, ti eri scelto! . . . avessi avuto, almeno, il buon senso di consultarti con qualcuno che lo avesse veramente studiato . . . non so: un professore di lingue . . . ma certamente, NO, ha preferito farsi erudire da Tazio Calderon, che una volta è stato in gita a Parigi per quattro giorni! . . . e il programma? . .. lasciamo perdere, per Dio! . . . la totale assenza di un progetto politico, ma Margherito, almeno uno straccio di idea la potevi . . . trovare, no? . . . LUI, il genio invece aveva puntato sulla promessa di divise nuove . .. come erano? . . . verde e oro! .. . alle guide turistiche!

. . . Mi avevano promesso il voto . . . provò a ribattere, debolmente il Todobien.

Margherito, sono 28! dico 28 in tutto le guide turistiche anche se avessero votato tutte per te! e la roboante campagna per salvare il Bosco di Ferrocaballo dagli interessi delle cartiere di Torquemada? .. . era già uno dei punti fermi del programma di Waldo ci dedicava 10 minuti del suo spot televisivo quotidiano ed invece tu . . . tu hai avuto la brillante pensata della fiaccolata notturna attraverso il bosco . . . l’illuminata idea di un ufficiale della Polizia Forestale . . . magnifica! . . . si è salvata l’estinzione del bosco, solo perché quella notte è scoppiato, all’improvviso, un tremendo temporale si erano già incendiati e bruciati una decina di alberi! . . . i Sancaterinesi hanno riso della tua geniale pensata, per oltre una settimana . . . hai portato più voti TU! . .. da solo, a Waldo, che dieci dei suoi logorroici comizi!

Evarco Espinosa, sino allora in religioso silenzio, tentò una mediazione:

Daniel, hai perfettamente ragione . . . ma non serve infierire . . . oramai il ragazzo ha capito . . . non ripeterà più questi errori . . . (sottovoce) speriamo!”

Daniel parve rilassarsi: OK . . . Ok . . . spero che tu abbia capito che la politica è una cosa seria . . . ed è ancora un boccone troppo grosso per te! . . . Lasciamo, quindi perdere . . . e anche tu Leo, hai capito? . . . Ti è entrato nella zucca . . . che hai perso le elezioni per la tua presunzione e la tua arroganza? . . .”

Recoba lo guardò negli occhi e, rassegnato, fece un muto cenno d’assenso.

Quando eri Alcalde, ti ho attaccato spesso . . . proseguì Daniel . . . E’ vero! . . . Ma tu lo sai . . . sempre per stimolarti a migliorare . . . mai nulla di personale! . . . tendevi a governare in modo assolutista, ma devo riconoscerlo, hai agito sempre in buona fede, senza interessi personali o di qualche gruppo di potere . . . Purtroppo ora, per cinque anni minimo! . .. avremo sul groppone questi squallidi personaggi, pronti a soffocare ogni forma di democrazia, di libertà, di sviluppo sociale e all’opposizione abbiamo solo Evarco, senza una televisione amica che gli faccia da

grancassa per le nostre lotte . . . con dei compagni sfiduciati e . . . senza santi in

Paradiso. . . . cosa possiamo fare, compagni, per non morire?”

Fu silenzio totale.


Questo articolo è stato visualizzato 276 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *