Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

463 views

KN INTONACO SONORO

OMBREKN – “ Intonaco Sonoro “

Un evento culturale,che nonostante le minacce del tempo di sabato 8 Agosto c.a.non ha permesso il suo svolgimento nel Cortile di Palazzo Villadorata,costringendo gli organizzatori a sistemarsi alla meglio,nell’atrio del Palazzo per rappresentare una sintesi della performance in programma su Effetto Noto,dal titolo: KN – “ Intonaco Sonoro, “ che Juri Camisasca,e Raffaele Schiavo,prima con i loro Mantra, poi,con dei ritmi sonori,e con l’intercalare di alcuni Frammenti de Il Pesa Nervi,di Antonin Artaud,hanno trasmesso al pubblico presente,quel “ flusso energetico, “ che tende a distruggere il linguaggio,e a cambiare i “ venti “ nel soggetto,sollecitando altri aspetti di sé.
Di Mario Rapisardi abbiamo visto e osservato il suo Totem,che è un trittico di pittura astratta,che per contenuto e vibrazione rafforzano il senso e la dimensione espressiva delle diverse arti presenti.
Un evento dal taglio “ troppo mistico,” che avremmo preferito vedere – sentire con altra modalità di interpretazione,quella ad esempio,Occidentale de Il Pesa Nervi,secondo il testo di Artaud,perchè la soggettività di oggi,al di là de
lle nuove mode culturali,ha infiniti meccanismi,e dispositivi interiorizzati,da cui dipende,e con cui è idendificata,di conseguenza i Mantra,e i Frammenti de Il Pesa Nervi,non incidono come dovrebbero nei confronti dello spirito pubblico,non creano nessuno Shock allo spettatore,ma si limitano alla semplice modifica dello stato d’animo emotivo momentaneo,di conseguenza l’emozione rimane in superficie,lasciando il soggetto nelle sue modalità ordinarie.

Anche se è stata rappresentata una sintesi del lavoro in programma,andava fatto un dibattito pubblico,per ascoltare i contributi dei presenti.

P.S. Visto che all’evento c’èra molto pubblico,e l’atrio non lo poteva contenere,molte persone sono andate via senza fruire dello spettacolo. Sarebbe bene ripeterlo nel Cortile, dove era stato programmato, in un’altra serata,per meglio apprezzarlo nella sua interezza ed espressione artistica.
Roberto Bellassai
Comitato per i Diritti del Cittadino


Questo articolo è stato visualizzato 521 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *