Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

679 views

IMPRESA SOCIALE: OLTRE L’INTERVENTO ASSISTENZIALE

COOPOROLa nascita della Cooperativa Sociale O.R.O, è un  motivo di profonda soddisfazione per l’Amministrazione Comunale di Noto, il primo piano di zona  del distretto 46 redatto ai sensi della legge 328/2000 tra i tanti obiettivi si è posto quello della promozione della cultura attraverso un progetto denominato Impresa Sociale.

Questo progetto rappresenta il frutto di uno sforzo finalizzato ad uscire dal tradizionale tipo di intervento assistenziale, nei confronti di chi ha un disagio sociale, costituito essenzialmente dal sussidio che, seppure adatto a fronteggiare l’emergenza del momento, non risponde alle esigenze di lungo periodo e al bisogno fondamentale di occupazione.

Il progetto “Impresa Sociale”, ha riunito sotto un unico tetto non solo i soci ma anche le famiglie che hanno svolto e svolgono un ruolo fondamentale perchè sono dei grandi genitori e non genitori qualsiasi. Il progetto a cui si è arrivati mira a creare collegamenti funzionali tra le politiche sociali, del lavoro, dello sviluppo e della formazione al fine di promuovere, attraverso un’azione di sostegno e di tutoraggio, la costituzione, di una cooperativa sociale di tipo B e l’avvio della medesima.

In buona sostanza esso ha avuto previsto percorsi sperimentali di formazione propedeutici all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati; tali percorsi sono stati articolati in una fase di formazione d’aula e una di stage

Il risultato del progetto, è stato senz’altro positivo e tra i tanti fattori che attestano tale successo vi è sicuramente la costituzione, in data 10 dicembre 2012, della predetta Coop.O.R.O. una cooperativa sociale di tipo B che ha per oggetto lo svolgimento di attività di cui all’art. 1, lettera b), della Legge 381/1991, finalizzate all’inserimento nel mondo del lavoro di soggetti svantaggiati.

La formula che, in via sperimentale, si propone di ricorrere per contribuire a dare concreta realizzazione all’obiettivo più importante del progetto e cioè quello di agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro delle persone svantaggiate di cui all’articolo 4 della citata Legge 381/91 che hanno costituito il target del progetto stesso e che in larga parte costituiscono i soci della cooperativa sociale da esso originatasi.

l’oggetto della convenzione non si esaurisce nella mera fornitura di beni e/o servizi, ma è qualificato dal perseguimento di una peculiare finalità di carattere sociale, consistente nel reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati”

Abbiamo creduto in questo e nelle persone di Marilena Monaca e Valentina Veneziano le quali hanno una determinazione non indifferente ed il giorno dell’inaugurazione della sede sociale presso la Palazzina servizi del Palatucci hanno dato un senso al loro impegno e quello dei ragazzi coinvolti:

Diceva Marilena cooperare significa mettersi insieme ed insieme provare a raggiungere fini comuni,credo che ognuno di noi possegga delle capacità e mettendole in pratica si supera lo svantaggio. Non bastano competenza volontà e forza se non si lega a questo,la solidarietà e la promozione di valori sociali, calarsi nell’altro  e comprendere con sensibilità ed altruismo.

La Coop.ORO  è voglia di dire io non sono svantaggio,io sono un lavoratore,offro le mie capacità ed il mio impegno io faccio parte integrante della società

Il 10 Dicembre 2012 questi ragazzi hanno iniziato un cammino il percorso potrà essere impervio ma noi abbiamo scarpe comode,tanta forza e tanto ORO da far brillare per illuminare la nostra strada.

Un grazie sentito da parte mia a Marilena Valentina ai ragazzi e a tutte le famiglie.

Daniele Manfredi        


Questo articolo è stato visualizzato 602 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *