Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

1.029 views

IDEA PER IL SINDACO DI NOTO: CHI SI CURA DEI CANI NON PAGA LA TARES

adottacane A SOLARINO, PACHINO E FLORIDIA

Chi adotta un randagio fa una buona azione e risparmia. In Sicilia a Solarino, comune della provincia di Siracusa, chi adotta un randagio non pagherà la Tares. Chi prende con sé un cane non verserà alle casse comunali la tassa rifiuti e servizi fin quando sarà in vita l’animale.
L’esenzione copre un massimo di 750 euro e si potrà richiedere per un solo immobile e non riguarderà l’addizionale che va allo Stato.

A garantire la buona salute dell’amico a quattro zampe saranno i controlli dei vigili urbani che verificheranno periodicamente e con blitz a sorpresa le condizioni dei randagi adottati. L’iniziativa promossa dal sindaco Sebastiano Scorpo, mira ad aiutare gli animali, le famiglie e il comune stesso. Sul risparmio per le casse pubbliche basta fare due conti: il comune di Solarino spende circa 1.500 euro all’anno per ogni cane ospitato presso il rifugio gestito dall’associazione Snoopy, e oggi sono ben 34 quelli ospitati nella struttura privata.
Finora si sono registrate solo un paio di adozioni ma l’iniziativa è destinata a  diffondersi. Il provvedimento è già stato adottato anche dal Comune di Pachino e Floridia sempre nel siracusano.

Venerdì di Repubblica


Questo articolo è stato visualizzato 632 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *