Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

546 views

FABULA DEI NOSTRI GIORNI: DI LUPI, DI PECORE, DI PASTORI

CAPOC’era una volta un pastore che aveva un bel gregge di pecore. Le pecore erano tante e non tutte uguali. C’erano di quelle che producevano tanto latte, altre avevano un bel manto da tosare, altre ancora partorivano numerosi agnelli. Nessuna delle pecore però aveva tutte e tre le caratteristiche, ma nel loro insieme permettevano al pastore un discreto lavoro.

Come tutti i pastori, il nostro, temeva che un assalto dei lupi distruggesse il suo gregge. Invece che rinforzare i recinti, insegnare alle pecore a diffidare dal lupo, pensò bene di fare un accordo con il lupo stesso. Andò da lui e gli disse ” senti lupo, come sai io ho un bel gregge di pecore, so che te non vedi l’ora di mangiarmele, allora io ti faccio una proposta. Ti faccio entrare nel recinto, però ti devi mangiare solo le pecore che hanno il manto macchiato di rosso, le altre non le devi toccare”.

Il lupo ci pensò un poco ed accettò la proposta. Il pastore indicò al lupo una falla nel recinto e la notte stessa il lupo si mangiò alcune pecore dal manto macchiato. Il pastore non pianse le sue pecore, con il sacrificio di alcune di loro aveva salvato il gregge e tutto soddisfatto si vantava con gli altri pastori. Quelle pecore, sì davano del buon latte, erano anche delle buoni madri per i loro agnelli, ma con quel manto macchiato non si potevano vedere, erano uno sfregio nel gregge! La notte successiva il lupo rientrò nel recinto e fece fuori un altro paio di pecore macchiate. La mattina dopo, le pecore più furbe, capirono che c’era qualcosa che non andava e cioè che il lupo straziava solo quelle dal manto macchiato. Le pecore macchiate si riunirono e decisero di andarsene. Lì la loro morte era certa, forse fuori sarebbero morte di fame, forse avrebbero incontrato comunque il lupo, ma almeno avrebbero provato a salvarsi e, radunati i propri agnelli, se ne andarono. Le altre festeggiavano contente, il recinto era più spazioso, ci sarebbe stata più erba per loro e per i loro agnelli, il pastore avrebbe dedicato tutte le cure solo a loro. Quando il pastore si accorse della fuga delle pecore dal manto macchiato cominciò a preoccuparsi, il lupo sapeva la strada e non trovando le pecore indicate cosa avrebbe fatto? Dette delle regole alle sue pecore, non dovevano mangiare più di tanto, non allontanarsi troppo dal recinto…ma poi , troppo indaffarato dai suoi affari, non vigilò affinchè quelle regole fossero rispettate. La notte stessa il lupo, radunato tutto il branco, entrò nel recinto e razziò tutte le pecore. La mattina, il pastore accortosi della strage inveì contro le pecore che erano scappate, accusandole di aver allargato la falla del recinto, dimenticandosi di essere stato lui ad insegnare la strada al lupo…

#Possibile


Questo articolo è stato visualizzato 650 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *