Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

1.509 views

ESTENSIONE DELLA RISERVA DI VENDICARI ALLA’AREA DI ELORO – PIZZUTA

PIANOSTRATEGICO“Era il 2011 quando abbiamo saputo che ad Eloro volevano costruire 120 villette con piano di lottizzazione approvato dal comune. Da allora è successo di tutto: siamo riusciti a bloccare la colata di cemento (ci ricordiamo quella sera di settembre davanti al municipio con da una parte noi e dall’altra i sacerdoti della cementificazione che illudevano i lavoratori mentre in consiglio comunale il sindaco ci diceva che eravamo delle “menti bacate”), abbiano sconfitto chi voleva impiantare, con l’assenso della soprintendenza, uno stabilimento balneare , e poi è recentissimo l’ultimo episodio di trasformare la spiaggia in un lido privato. Queste battaglie sono state caratterizzate da episodi che hanno dell’incredibile: prima l’abbattimento con la ruspa e poi l’incendio doloso della macchia mediterranea, lo “studio” della forestale che negava la presenza della macchia e la nostra  conseguente denunzia penale. Insomma ci siamo battuti contro tutte le istituzioni che volevano calpestare le  leggi. Siamo stati bravi perché abbiamo agito senza invidie con l’unico obiettivo di salvaguardare il territorio.” (ndr)

 

Al dott. Corrado Bonfanti, Sindaco di Noto

 

OGGETTO: ESTENSIONE DELLA RISERVA DI VENDICARI ALL’AREA DI ELORO-PIZZUTA

 

      I sottoscritti Janne Fasano, nata a Svendeborg(Danimarca) il 30/08/1971 e, residente a Noto in contrada Fiumara,  presidente dell’associazione culturale SCIAMI,  Fabio Morreale nato a Siracusa, il 03/02/1966 ed ivi residente in via Del Faggio, 8, presidente dell’associazione naturalistica NATURA SICULA, Antonella Melchiori, nata a La Spezia il 04/05/1958 e residente a Noto in contrada Spaccazza, presidente della associazione CASE SPARSE DELL’AGRO NETINO, Sebastiano Tiberio nato a Noto il 18/02/1952 ed ivi residente in contrada Portelle, presidente dell’associazione NOTOAMBIENTE , Corrado Morale nato ad Avola il 02/01/1953 ed ivi residente in via Guido Dorso, 5,  presidente dell’associazione ACQUANUVENA, Laura Falesi nata a Noto il 10/03/1973 ed ivi residente in contrada Gioi, presidente dell’ARCHEOCLUB di Noto, Carlo Pintaldi nato a Milano il 25/06/1965 e residente a Noto in via Mauceri, 40, presidente dell’ASSOCIAZIONE  NOTO ALBERGATORI,

chiedono alla S.V.

di esprimere parere favorevole  all’Estensione della Riserva di Vendicari alla zona di Eloro-Pizzuta come da istanza  compiendo ogni atto necessario affinché la proposta abbia successo.

Si allegano:

– Breve descrizione della proposta, prof. Paolo Tiralongo, coordinatore dell’iniziativa

Cartografia, prof. Salvatore Leanti La Rosa, agronomo:

– Carta della proposta di estensione della Riserva di Vendicari;

– Carta del vincolo archeologico;

– Carta del vincolo Forestale (carta SIF, sistema informatico forestale);

– Carta del piano paesaggistico.

– Carta CTR.

-Studio botanico, prof. Pietro Minissale, botanico, Università di Catania

-Studio Faunistico, Fabio Morreale, guida naturalistica ed educatore ambientale.

– Studio Archeologico, dott.ssa Laura Falesi, archeologa.

– Regolamento della Riserva di Vendicari.

                                                                                      Cordiali saluti

LA PROPOSTA

A nord della Riserva di Vendicari, di seguito alla spiaggia del Tellaro, c’è un chilometro di costa di commovente bellezza e di grande interesse naturalistico ed archeologico. In una fascia di 36 ettari si susseguono la cittadella greca di Eloro, la dorata spiaggia di Eloro-Pizzuta ( per gli antichi elorini sacra a Demetra e Kore), la via Elorina che collegava la cittadella a Siracusa, un canneto, le latomie, bellissime dune e una notevole estensione di macchia mediterranea. La zona è protetta dal vincolo archeologico, dal vincolo forestale e inclusa nella zona di massima protezione (rossa) del piano paesaggistico. Nonostante i tanti vincoli e la vigilanza dei cittadini e di varie Associazioni, l’area di Eloro è terra di nessuno: tentativi di costruzioni abusive, furto di reperti archeologici, incendio doloso della macchia mediterranea, richieste per impiantare stabilimenti balneari e villaggi turistici, enormi cumuli di spazzatura e di inerti riempiono le latomie, le dune solcate continuamente da fuoristrada, quad ed enduro.

Le varie Amministrazioni (Soprintendenza, Forestale e Amministrazione Comunale) non riescono a prevenire e a fermare il degrado dell’area e successivamente sono costrette a lunghe e costose rincorse per bloccare questo o quell’abuso.

Le Associazioni SCIAMI, NATURA SICULA, CASE SPARSE DELL’AGRO NETINO, NOTOAMBIENTE, ACQUANUVENA, ARCHEOCLUB di Noto, ASSOCIAZIONE NOTO ALBERGATORI, propongono quindi di estendere la confinante Riserva di Vendicari all’area Eloro-Pizzuta già protetta dai vincoli forestale, archeologico e paesaggistico, al fine di

– Una più efficace protezione dell’area archeologica di Eloro, spesso meta di tombaroli;

– Salvaguardare l’ecosistema dunale, della vegetazione psammofila e della macchia mediterranea;

– Eliminare il pericolo di cementificazione.

Non aggiungendo altri vincoli, si avrebbero, oltre a quelli ambientali, numerosi vantaggi economici:

– Aumento del già elevato prestigio della Riserva di Vendicari;

– Possibilità di chiedere finanziamenti alla Comunità Europea per le nuove aree incluse nella Riserva;

– Incremento del turismo naturalistico e culturale;

– Risparmio di fondi dei vari enti che devono rincorrere i più svariati tentativi di abuso.

L’area, come la Riserva di Vendicari, è stata suddivisa in tre zone A, B1, B2.

La zona A misura ettari 35,5 di cui circa 12 già demanializzati.

La zona B1, adibita ad attività agricole, ettari 57.

La zona B2, dove sono favorite le attività turistiche e ricettive, ettari 74,5.


Questo articolo è stato visualizzato 1.616 volte

4 Responses to ESTENSIONE DELLA RISERVA DI VENDICARI ALLA’AREA DI ELORO – PIZZUTA

  1. avatar

    Stefano Alderuccio Rispondi

    15 marzo 2015 at 12:18

    Ottima iniziativa

  2. avatar

    Antonino Tedeschi Rispondi

    16 marzo 2015 at 18:17

    E’ una proposta eccellente. Speriamo che sia accolta

  3. avatar

    Antonino Tedeschi Rispondi

    16 marzo 2015 at 18:19

    E’ un’ottima proposta. speriamo che sia accolta

  4. avatar

    Daniele Manfredi Rispondi

    17 marzo 2015 at 09:34

    L’idea in se ha i suoi lati positivi ma per reggersi in piedi deve essere accompagnata da una dotazione finanziaria che consenta l’esproprio dell’area con conseguente acquisizione al demanio pubblico ed un progetto per l’suo.Speriamo non finisca come il regolamento della preriserva di vendicari che non si capisce il perchè non si fa mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *