Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

730 views

…. E NON CI RESTA CHE PIANGERE

NON CI RESTALe boiate non finiscono mai e naturalmente vanno da destra a sinistra.

Sul verde pubblico e l’Assessore Bianca avrebbe fatto meglio a star zitto, dopo aver provato a far passare per grande risultato l’ordinaria manutenzione della vasca della villa comunale oggi prova a dar senso ad un intervento alquanto opinabile sulla villetta Ercole.

Il  discrimine  non  può  essere  fare  un  raffronto  fra  come  era  e  com’è  oggi  ma se  l’intervento  è consono rispettoso della tradizione,se innovativo occorre capirne motivazioni e caratteristiche.

Quando si  interviene  nell’ambito  di  un  area  monumentale    perchè  non si  deve  dimenticare  che l’area e su Piazza XVI Maggio e alle spalle si ha il complesso del San Domenico .

Non  voglio ripercorrere il manuale sui  giardini  dell’800  perchè  diventa  di  difficile  percezione, i ricordi da ragazzino li abbiamo tutti e sullo splendore dei giardini pubblici e della Villa Comunale dove regnava la quotidiana manutenzione ordinaria, la compostezza dei disegni veniva rispettata con i colori dei fiori e dei sempreverdi come il rosmarino sui bordi, con la gestione della “zappa” per creare le classiche “conche” visto che non disponevamo dei moderni sistemi di irrigazione.

Ogni cosa ha una sua ratio e non si può amministrare sena averne.

La  storia  non  si  inventa  dall’oggi  al  domani  ed  ammettere  che  si  attua  una  strategia  ed  un intervento    piuttosto  che  un  altro  è  sinonimo  di  arresa  se  non  si  riesce  a  gestire  nemmeno l’ordinarietà, dai banchi dell’opposizione è facile dare colpa e inconsistenza agli ben più difficile dimostrare capacità organizzative ed ancor più difficile avere delle idee e portarle a compimento.

Non  mi  voglio  allineare  nel  fare  il  tiro  al  bersaglio  o  semplicemente  storcere  il  naso  ma quell’intervento va sicuramente rivisto bastava andarci un po più soft rimettere a posto le  aiuole semmai avrei investito qualche “dollaro” per ripristinare le parti in pietra i vasi che mancano ed una parte destinarla alla gestione ordinaria che avrebbe dato dei risultati molto più soddisfacenti per l’occhio e per la tasca.

Quando si toppa in modo clamoroso si dovrebbe avere almeno il buon senso di rimanere zitti ed  in un rigurgito di buon senso rassegnare le dimissioni  se consideriamo che non si possono ricoprire cariche  pubbliche  solo  perchè  si  è  segnalati    dai  partiti  e  da  questi  sponsorizzati  se  il  buon amministratore  è solo un venditore di fumo o autorizza  bancarelle in pieno Corso V.Emanuele.

…… non ci resta che piangere.

Visto che metterà mano anche alla Villa Comunale prima che si facciano altre cose “opinabili” il mio  invito  a riflettere  lo faccio  al Sindaco  di prestare  attenzione  agli interventi  e per evitare  le troppe chiacchiere non sarebbe poi così male “presentarli” alla cittadinanza.

Daniele Manfredi


Questo articolo è stato visualizzato 356 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *