Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

850 views

E LA FARSA CONTINUA ……..

La notizia, fatta circolare, in questi giorni, secondo cui sta per concludersi l’annosa vicenda legata all’Ospedale di Noto, è priva di ogni fondamento. Lo dichiara  l’On. Vincenzo Vinciullo, Segretario della Commissione Sanità.

“Si tratta solamente – ha continuato l’On. Vinciullo – dell’acquisizione della disponibilità di alcune case di cura private, di immaginare un percorso che, alla fine, possa vedere trasferire i propri posti letto e le proprie unità operative, all’interno dell’Ospedale di Noto. Nulla di più e nulla di meno.

In attesa che si definisca – ha concluso l’On. Vinciullo – questo possibile accordo, vorremmo sapere dall’Assessore, cosa che lo stesso farà giorno 27 c.m., in Commissione Sanità, quale percorso continua ad immaginare per la sanità pubblica della zona Sud, perché, come ricordava, giustamente, questa mattina, il Consigliere Comunale del PdL, prof. Salvo Veneziano, siamo ancora in attesa di vedere concretizzate le promesse che, in campagna elettorale, ha fatto il Presidente Lombardo”.


Questo articolo è stato visualizzato 707 volte

One Response to E LA FARSA CONTINUA ……..

  1. avatar

    ciniko Rispondi

    28 marzo 2012 at 19:44

    A prescindere dalla provocazione Vinciulliana, viene proprio da pensare che questa “notiziona” sul coinvogimento delle tre cliniche private, possa esere solo un modo di rasserenare, per il tempo che serve, gli animi netini, mentre si conclude il trasferimento al Di Maria, senza intoppi. Ricordiamoci che ad Avola è già iniziata la campagna elettorale delle comunali ed almeno fino ad elezione avvenuta, non deve succedere niente che possa mettere in difficoltà l’MPA. Dopo le amministrative avolesi ci troveremo di sicuro con il Di Maria al completo e con il nostro Trigona ridotto a semplice PTA. Ovviamente, a quel punto, non ci sarà più alcuna fretta nel sollecitare i tre “privati” a sbarcare a Noto. E se qualcuno di questi, o tutti e tre,  dovessero dichiarare fra qualche mese di averci ripensato cosa facciamo, li meniamo?
    Non so perchè ma sento di nuovo nell’aere un fortissimo odore di presa x il k*** . La cosa bella è che quelli che hanno queste “geniali” interlocutorie trovate mediatiche pensano che siamo (almeno nel complesso) una città di stolti e di masochistici opportunisti. Visti i risultati, come dar loro torto?  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *