Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

415 views

DOCUMENTARIA NOTO AL GIRO DI BOA. ANCORA UNA RICCHISSIMA PROGRAMMAZIONE

imagePrimo weekend in archivio della 3^ edizione di DocumentariaNoto 2015 e inizio della nuova settimana ricchissima di appuntamenti. Importante la risposta del pubblico nelle tre serate di proiezione con i 6 film selezionati per il concorso “Panorami” che hanno trattato temi vari sul rapporto uomo e territorio; argomenti delicati e curiosi in grado di stimolare interessanti dibattiti alla fine di ciascun documentario con il regista presente al Teatro “Tina Di Lorenzo”. Dopo i saluti della Direzione Artistica, sul palco Licia Castoro, Francesco Di Martino, Giuseppe Portuesi e Francesco Valvo, venerdì sera protagonisti sono stati “Ali di tela” di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini, in grado di farci volare con Angelo D’Arrigo indimenticato recordman del volo libero. Grande capacità per gli autori di raccontare la figura del pilota attraverso le sfaccettature del quotidiano grazie alle testimonianze della famiglia, degli amici e colleghi che ne hanno raccolto la grande eredità spirituale.

Secondo film e salto nel mondo adolescenziale vissuto all’interno di una casa famiglia di Roma con “Il diario di Felix” di Emiliano Mancuso. Una tromba squarcia il silenzio come se strappasse il pesante sipario su realtà che sappiamo esistere ma senza essere mai andati in profondità e casa Felix ne è solo un esempio. Apertura in musica per la seconda serata grazie al film di Enrico Bisi “Numero zero. La storia del rap italiano” attraverso la testimonianza diretta dei personaggi che hanno “importato” questa musica in Italia creando una propria storia, capace di segnare il ventennio finale del secolo scorso. Seconda proiezione, secondo straordinario argomento “La malattia del desiderio” di Claudia Brignone, coraggiosa giovane napoletana che ha trascorso tre anni all’interno del Ser.t nel quartiere Fuorigrotta. Domenica ambientalista per DocumentariaNoto 2015 con i film “Là suta. La nostra eredità nucleare in un triangolo d’acqua” di Daniele Gaglianone, Cristina Monti e Paolo Rapalino che hanno sviscerato le vicende legate al piccolo centro piemontese di Saluggia, dalla costruzione di una delle centrali nucleari italiane all’attuale permanenza delle scorie radiottive in un sito particolarmente sensibile ed a rischio. “Buongiorno Taranto” di Paolo Pisanelli, per passare dal nord al sud ma restando in tema di problematiche ambientali, raccontando la città più inquinata d’Europa sotto tanti punti di vista: gli operai dell’Ilva, la mamma del quartiere “Tamburi”, i pescatori, i giovani attivisti. Questi primi tre giorni hanno anche visto l’inizio di “Giuria scuola” con la proiezione per gli studenti delle quinte classi, degli otto indirizzi dell’Istituto “Matteo Raeli”, di due dei quattro film sottoposti al loro voto, e per i quali dovranno anche redigere una critica; secondo appuntamento domani, martedì 10 nell’aula magna del Geometra. Sabato e domenica pomeriggio è stato poi il momento del primo Focus Day su “Nuove strategie e metodologie di distribuzione e produzione dal basso” a cura di Andrea Paco Mariani, Nicola Zambelli e Angelo Rindone, di Distribuzioni dal Basso e Produzioni dal Basso, ospiti di “Anche gli Angeli”. Approfondimento sulle nuove frontiere del crowdfunding, le piattaforme e le tecniche di mercato per una prassi consolidata ed in grande evidenza in America, in fase di espansione ma non ancora diffusa, invece, in Italia.
Stamane al Cumo sono iniziati i due workshop di alta specializzazione “Anemication. Cinema di animazione d’artista” a cura di Paolo Bonfiglio e “Film maker. Riprese e montaggio per spot documentari” a cura di Dario Indelicato. Cominciano anche le proiezioni fuori concorso il primo appuntamento è per questa sera, a partire dalle ore 21 con ingresso gratuito, all’emeroteca di Palazzo Nicolaci in collaborazione con Babel Film Festival, Cineteca Sarda: “Il giorno che i pesci iniziarono a pescare”, “Nodas, launeddas in tempus de crisi”, “La morte sull’albero – racconti, memorie, stagioni di liz dal vera”, e “Voutz de lo sambuc”. Secondo appuntamento domani, martedì 10 novembre, alle ore 19,30 con “Otto punti” di Danilo Monte, ed alle 21,15 con “Memorie, in viaggio verso Auschwitz” sempre dello stesso regista; terzo appuntamento mercoledì 11 novembre, prima proiezione ore 19,30 “Green lies, il volto sporco dell’energia pulita” di Andrea Paco Mariani e Angelica Gentilini (Smk Videofactory), seconda alle ore 21.15 “Striplife” di Teleimmagini, grazie alla collaborazione con Distribuzioni dal Basso. Sede sempre l’emeroteca di Palazzo Nicolaci con ingresso gratuito.

Per ulteriori info e dettagli vi invitiamo a visitare il nostro sito www.documentarianoto.it o scrivete alla mail documentarianoto@gmail.com.

Certi Vs gentile riscontro porgiamo
DISTINTI SALUTI
U.S.


Questo articolo è stato visualizzato 467 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *